I PASSI PER FINANZIARE LA TUA NUOVA IMPRESA

 

Il finanziamento è la fase essenziale per qualsiasi start-up (avvio d’impresa).
Le strade essenzialmente sono tre:

1.Fai da te:
di norma i primi finanziamenti per un’azienda esordiente provengono dai risparmi personali, amici e familiari. Il vantaggio è che questi ultimi sono più disposti a investire su di te rispetto agli estranei. Lo svantaggio è che difficilmente conoscono il settore e non possono quindi fornirti supporto ulteriore oltre il prestito iniziale nel caso in cui servisse rifinanziare l’impresa dovuto a imprevisti o sottovalutazione dell’investimento iniziale.

2. Finanziatori terzi:

Una fonte di finanziamento iniziale alternativa è il prestito bancario. Può essere difficile ottenerlo, dato che le banche tendono a diffidare delle aziende esordienti e spesso chiedono garanzie aggiuntive, come la vostra casa, oppure la firma di garanzia di genitori o parenti.
Svantaggio: nei periodi di crisi o recessione le banche possono risultare decisamente poco solidali e di certo non hanno l’elasticità degli amici e dei parenti quando si tratta di rientrare del prestito.

3. Finanziamenti europei e contributi a fondo perduto regionali e nazionali:

E’ la soluzione migliore per il nuovo imprenditore perché potresti ottenere un contributo superiore al 50% a fondo perduto e finanziamenti agevolati fino a coprire il 100% dell’investimento necessario per avviare la tua impresa.
Ovviamente un Ente pubblico deve poter valutare la tua idea per decidere se sei meritevole di essere finanziato sulla “parola”.
Per questo motivo non è più sufficiente presentare l’idea usando solo l’entusiasmo, che potrebbe essere sufficiente per convincere genitori o partenti a concedervi qualche prestito.
Dovrai presentare un business plan credibile in cui spieghi da dove verranno i tuoi incassi, e spieghi quali sono le tue capacità che convincono i clienti a spendere per acquistare i tuoi prodotti o i tuoi servizi.
Da dove parti per fare un business plan?
Può sembrare strano, ma la prima cosa a cui molti neo-imprenditori non pensano è fare la “lista della spesa”.
Cosi come non ti puoi presentare in Banca senza sapere quanto ti serve, altrettanto chiaro devi essere con una commissione valutatrice a cui devi fare comprendere dove andranno i soldi pubblici che ti erogheranno.
Da dove partire?
La sintesi è la virtù dei forti, e nella maggior parte dei casi è sufficiente un modulo sintetico di una pagina in cui inserire l’importo approssimativo delle attrezzature, arredi, hardware, software che ti saranno necessari per iniziare il tuo business.

Puoi trovare uno di questi moduli semplificati cliccando qui.

Potrai sfruttare il modello per moltissime finalità:

 Innanzitutto serve a te e ai tuoi soci per capire quali sono le spese agevolabili e che verranno finanziate dal contributo a fondo perduto e quali invece scartate. Riguardando lo schema e riflettendoci sopra si può cambiare e modificare l’investimento ed evitare di fare spese superflue;

Potrai inviarmi lo schema ad info@contributiregione.it con gli importi approssimativi di spesa, il mio staff ed io saremo lieti di darti suggerimenti pratici e preziosi per massimizzare l’agevolazione e per evitare che alcune spese vengano depennate dal contributo.

Potrai farlo vedere al tuo commercialista che potrà così meglio consigliarti sulla forma di impresa da costituire in base all’investimento che dovrai affrontare;

 

Lo userai per ottenere affidamenti ulteriori da banche, consorzi fidi, investitori terzi, locatori che devono valutare se l’idea è meritevole di concedere a voi l’affitto del loro locale.

 

Per accedere alle opportunità di finanziamento a fondo perduto spesso è indispensabile descrivere i requisiti dei soci per capire se puoi avere accesso ai contributi del 50%, in particolare:

 

1) Quanti sono i sono non occupati?

2) Quanti sono i soci con contratto di lavoro a tempo determinato/indeterminato? Quando scade l'eventuale contratto di lavoro?

3) I soci posseggono quote in altre società? in quale settore? 

Richiedi una valutazione gratuita del tuo progetto

Contributi Marche ® All Rights Reserved - Tel: 0722.36.25.33 -per le province di PESARO - ANCONA - MACERATA - ASCOL I - FERMO - P.I. 02404840411