CONTRIBUTO 20% PER AMPLIAMENTI E RISTRUTTURAZIONE CAPANNONI
Beneficiari:
Piccole e medie imprese, che ricadono in uno dei Comuni agevolati (vedi sotto elenco) che fanno investimenti produttivi e assumeranno almeno una persona nei prossimi 2 anni.
Scadenza:
Domande ammesse ad agevolazione: dal 14 luglio 2016 fino esaurimento fondi
Categoria:
Agricoltura,Artigianato,Industria
Stato di Occupazione:
Tutti
Misura del Contributo:
Contributi in conto capitale sul totale delle spese ammissibili, fino al 20% a fondo perduto per ampliamento di imprese giĂ  avviate ed una assunzione di una unitĂ  a tempo indeterminato a fine progetto.
Interventi ammessi:
Sono ammesse acquisti di attrezzature NUOVE O USATE, e per la prima volta: SPESE DI RISTRUTTURAZIONE E ACQUISTO DI CAPANNONI (ANCHE DA ASTE FALLIMENTARI). Spesa minima di 150.000 euro - Massima di 1,5 milioni di euro. Sono spese ammissibili progetti di investimento produttivo presentati da imprese già esistenti per la creazione di una 1) nuova unità produttiva, 2) per la rilocalizzazione totale o parziale della produzione del “Made in Italy”, 3)per l’ampliamento d’azienda, 4) diversificazione , 5) acquisizione di attività produttive già esistenti.
Descrizione:

Contributi a fondo perduto per le imprese (micro, piccole e/o medie) che investono in attrezzature, incluse le spese di ristrutturazione o acquisto di capannoni, ubicate nelle seguenti zone:


a) Comuni agevolati nella crisi della Provincia di Pesaro Urbino:


Apecchio, Borgo Pace, Cagli , Cantiano, Fano, Fermignano, Fossombrone, Lunano, Mercatello sul Metauro, Mercatino Conca, Mombaroccio, Mondolfo, Monte Maggiore al Metauro, Montecalvo in Foglia, Monteciccardo, Montelabbate, Pesaro, Petriano, Piagge, PIandimeleto, Piobbico, Saltara, S.Giorgio di Pesaro, Sant’Angelo In Vado, Sassocorvaro, Sassofeltrio, Tavullia, Urbania, Urbino, Vallefoglia.

 

b) Comuni agevolati nella crisi del gruppo Merloni (tra la prov. di Pesaro-Urbino-Ancona):

Acquacanina, Arcevia, Barchi, Belforte del Chienti, Belvedere Ostrense, Bolognola, Caldarola, Camerino, Camporotondo di Fiastrone, Castelbellino, Castelleone di Suasa, Castelplanio, Castelraimondo, Castelsantangelo sul Nera, Cerreto d’Est, Cessapalombo, Cupramontana, Esanatoglia, Fabriano, Fiastra, Fiordimonte, Fiuminata, Fratte Rosa, Frontone, Gagliole, Genga, Jesi, Maiolati Spontini, Matelica, Mergo, Mondavio, Monsano, Monte Cavallo, Monte Roberto, Morro d’Alba, Muccia, Orciano di Pesaro, Pergola, Pieve Torina, Pievebovigliana, Pioraco, Poggio San Marcello, Poggio San Vicino, Rosora, San Costanzo, San Lorenzo in Campo, San Marcello, San Paolo di Jesi, Sassoferrato, Sefro, Serra San Quirico, Serra Sant’Abbondio, Serrapetrona, Serravalle di Chienti, Ussita, Visso.

 

c) Comuni agevolati nella crisi del Piceno:

Acquasanta Terme, Acquaviva Picena, Appignano del Tronto, Arquata del Tronto, Ascoli Piceno, Castel di Lama, Castignano, Castorano, Colli del Tronto, Comunanza, Cossignano, Cupra Marittima, Folignano, Force, Grottamare, Maltignano, Massignano, Monsampolo del Tronto, Montalto delle Marche, Montedinove, Montefiore dell’Aso, Montegallo, Montemonaco, Monteprandone, Offida, Palmiano, Ripatransone, Roccafluvione, Rotella, San Benedetto del Tronto, Spinetoli, Venarotta, Amandola, Montefalcone Appennino, Montefortino, Montelparo, Monterinaldo, Ortezzano, Santa Vittoria in Matenano, Smerillo.

Contributi Marche ® All Rights Reserved - Tel: 0722.36.25.33 -per le province di PESARO - ANCONA - MACERATA - ASCOL I - FERMO - P.I. 02404840411