FINANZIAMENTO PER TRASFERIMENTO D'IMPRESA DAL 25% AL 40% - PASSAGGIO GENERAZIONALE REGIONE MARCHE
Beneficiari:
Trasferimenti d'impresa da padre a figlio: che ricadono in uno dei Comuni agevolati (vedi sotto elenco) che fanno investimenti produttivi e assumeranno almeno una persona nei prossimi 2 anni.
Scadenza:
Domande ammesse ad agevolazione dal 14 luglio 2016 fino esaurimento fondi
Categoria:
Agricoltura,Artigianato,Industria
Stato di Occupazione:
Tutti
Misura del Contributo:
Fondo perduto fino ad un massimo del 40%: Trasferimento di attrezzature, macchinari nel rogito notarile, Progettazione piano di sviluppo complessivo – 40% Assunzione di Manager o Servizi di consulenza – 40% Attività di formazione di eredi/successori – 80% del costo del voucher Investimenti materiali e/o immateriali – 25% Sostegno finanziario all’operazione di trasferimento
Interventi ammessi:
Sono spese ammissibili per i progetti di trasferimento d’impresa per favorirne la continuità aziendale.
Descrizione:

Trasferimento d'impresa da genitori a figli nella Regione Marche – Contributi a fondo perduto per il passaggio generazionale

 

 

 

a) Comuni agevolati nella crisi della Provincia di Pesaro Urbino:


Apecchio, Borgo Pace, Cagli , Cantiano, Fano, Fermignano, Fossombrone, Lunano, Mercatello sul Metauro, Mercatino Conca, Mombaroccio, Mondolfo, Monte Maggiore al Metauro, Montecalvo in Foglia, Monteciccardo, Montelabbate, Pesaro, Petriano, Piagge, PIandimeleto, Piobbico, Saltara, S.Giorgio di Pesaro, Sant’Angelo In Vado, Sassocorvaro, Sassofeltrio, Tavullia, Urbania, Urbino, Vallefoglia.

 

b) Comuni agevolati nella crisi del gruppo Merloni (tra la prov. di Pesaro-Urbino-Ancona):

Acquacanina, Arcevia, Barchi, Belforte del Chienti, Belvedere Ostrense, Bolognola, Caldarola, Camerino, Camporotondo di Fiastrone, Castelbellino, Castelleone di Suasa, Castelplanio, Castelraimondo, Castelsantangelo sul Nera, Cerreto d’Est, Cessapalombo, Cupramontana, Esanatoglia, Fabriano, Fiastra, Fiordimonte, Fiuminata, Fratte Rosa, Frontone, Gagliole, Genga, Jesi, Maiolati Spontini, Matelica, Mergo, Mondavio, Monsano, Monte Cavallo, Monte Roberto, Morro d’Alba, Muccia, Orciano di Pesaro, Pergola, Pieve Torina, Pievebovigliana, Pioraco, Poggio San Marcello, Poggio San Vicino, Rosora, San Costanzo, San Lorenzo in Campo, San Marcello, San Paolo di Jesi, Sassoferrato, Sefro, Serra San Quirico, Serra Sant’Abbondio, Serrapetrona, Serravalle di Chienti, Ussita, Visso.

 

c) Comuni agevolati nella crisi del Piceno:

Acquasanta Terme, Acquaviva Picena, Appignano del Tronto, Arquata del Tronto, Ascoli Piceno, Castel di Lama, Castignano, Castorano, Colli del Tronto, Comunanza, Cossignano, Cupra Marittima, Folignano, Force, Grottamare, Maltignano, Massignano, Monsampolo del Tronto, Montalto delle Marche, Montedinove, Montefiore dell’Aso, Montegallo, Montemonaco, Monteprandone, Offida, Palmiano, Ripatransone, Roccafluvione, Rotella, San Benedetto del Tronto, Spinetoli, Venarotta, Amandola, Montefalcone Appennino, Montefortino, Montelparo, Monterinaldo, Ortezzano, Santa Vittoria in Matenano, Smerillo.

Contributi Marche ® All Rights Reserved - Tel: 0722.36.25.33 -per le province di PESARO - ANCONA - MACERATA - ASCOL I - FERMO - P.I. 02404840411